web-tv

Sei qui: Home > Sezione EVENTI > > Le sfide della nuova Logistica

Convegni

Le sfide della nuova Logistica

Scritto da

Luca Barassi

il 10 Giugno 2019

Giovedì 30 Maggio, nella splendida cornice della Villa Reale di Monza, si è svolto il Convegno di Brivio & Viganò, appuntamento annuale di confronto fra il mondo imprenditoriale, accademico e istituzionale sulle sfide che il mondo della logistica pone agli operatori del settore

A moderare gli interventi è stato chiamato Andrea Farinet, professore di Economia e Gestione delle imprese presso LIUC – Università Cattaneo, nonché founder del Chilometro Verde, mentre la scelta dei relatori di quest’anno è caduta su figure provenienti da realtà istituzionali come SO.GE.MI. e Assolombarda, dai più prestigiosi ambiti accademici quali il Politecnico di Milano e la Scuola Superiore Sant’Anna e dal mondo dell’Impresa come Italscania e la stessa Brivio & Viganò.


Il primo intervento introduttivo è stato proprio a cura di Efrem Terraneo, Project Manager di Brivio & Viganò, che ha illustrato come l’azienda brianzola stia rispondendo e in qualche caso anticipando le nuove sfide del mercato. La modifica nelle logiche comportamentali dei clienti e dei consumatori fanno infatti emergere nuove esigenze e nuovi modelli da seguire e l’introduzione di tecnologie all’avanguardia sono alcuni dei temi centrali e di maggior interesse per Brivio & Viganò.


Massimiliano Solazzi e Domenico Chiaradia – ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna – hanno colpito la platea con la presentazione dei nuovi esoscheletri robotici per applicazioni industriali, strumenti atti a ridurre lo sforzo dei lavoratori in compiti di movimentazione manuale e ripetitiva di carichi, quando questi non possono essere automatizzati. Nonostante la completa automazione potrebbe, infatti, risolvere il rischio di sovraccaricare il sistema muscoloscheletrico dei lavoratori – con conseguenti infortuni e malattie professionali – determinati lavori richiedono ancora la versatilità dell’uomo e la sua capacità di decision-making. Questo ha generato un crescente interesse nei dispositivi assistivi indossabili, con lo scopo di dare un supporto ai lavoratori nell’esecuzione di compiti manuali: fra le tecnologie all’avanguardia del settore l’impiego della robotica è la nuova sfida degli operatori logistici.


Il terzo intervento è stato invece a cura di Andrea Agresti, Funzionario Unità Territorio e Infrastrutture di Assolombarda, che ha presentato invece una riflessione sul tema Smart City e logistica urbana delle merci. Il tema della distribuzione delle merci risulta infatti di grande attualità per le istituzioni e la cittadinanza e di grande interesse per le imprese. Gli scenari che influenzeranno la logistica urbana delle merci riguardano, infatti, politiche ambientali e di limitazione del traffico ma anche l’evoluzione tecnologica dei mezzi di trasporto e le modalità di consegna, così come interventi di potenziamento infrastrutturale: questi temi richiederanno quindi una messa a sistema di competenze diversificate e una maggiore collaborazione tra pubbliche amministrazioni e imprese.


Ad approfondire il tema della logistica urbana in ambito milanese è stato Davide Rocci, che per SO.GE.M.I. ricopre il ruolo di Direttore del Mercato Agroalimentare di Milano. Il suo intervento ha evidenziato il ruolo centrale che ricopre il Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso di Milano: la posizione geografica, unitamente alla vasta gamma dei prodotti commercializzati e all’eccellenza della loro qualità assicurano infatti alla piattaforma la leadership nella distribuzione di prodotti ortofrutticoli in Italia e in Europa. I prossimi progetti di riqualificazione mirano alla creazione di un distretto agroalimentare dedicato al B2B e un’innovativa ed interattiva area dedicata al B2C, grazie al quale il Polo Logistico Milanese potrà diventare un hub per tutta la filiera agroalimentare italiana e un punto di riferimento della grande tradizione ed eccellenza del Made in Italy nel mondo.


Ha pensato il Politecnico di Milano, nella persona di Riccardo Mangiaracina, ad indagare l’evoluzione dell’ecommerce e il tema della Last Mile Delivery: l’Osservatorio eCommerce rileva infatti una crescita a doppia cifra del servizio per tutti i settori, in particolare quello alimentare, e una conseguente maggior strutturazione dei processi e del modello di servizio. Con l’evoluzione della domanda e dei bisogni del consumatore nascono quindi proposte di servizio innovative supportate dalla tecnologia: alcuni esempi presentati dall’Ing. Mangiaracina sono lo sviluppo delle postazioni locker e i servizi di consegna anche in assenza del destinatario. Un altro ambito di indagine per il Politecnico è poi quello legato agli aspetti di sostenibilità ambientale, ricerca svolta tramite il confronto tra l’impatto di un acquisto tradizionale con quello di una consegna a domicilio.


Franco Fenoglio, presidente e amministrato delegato di Italscania, durante l’ultimo speech, ha approfondito il tema della sostenibilità ambientale in ambito trasporto merci, presentando le ultime innovazioni del settore e le risposte di Scania alle esigenze del mercato. La volontà di innovare in ottica di sviluppo sostenibile coinvolge l’efficientamento energetico dei veicoli, l’utilizzo di carburanti alternativi e alimentazione elettrica e formule sempre più intelligenti e sicure di guida. Il trasporto sposa così la gestione dell’energia e delle risorse del territorio, permettendo all’ecosistema di raggiungere il suo obiettivo di bilanciamento.


Il successo e l’alto livello di professionalità e approfondimento dell’evento è stato confermato dall’entusiasta partecipazione dei responsabili logistici e dai vertici del Management di tutte le più grandi insegne della GDO e dell’Industria Alimentare, fra cui clienti affezionati di Brivio & Viganò ma anche futuri Partner.


Condividi questo articolo

Accessori in acciaio inox per il tuo truck.

1,443
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto