web-tv

Sei qui: Home > Sezione EVENTI > > IAA di Hannover: aperte le porte al pubblico per la sua 66ma edizione. Tutte le novità degli espositori

IAA di Hannover: aperte le porte al pubblico per la sua 66ma edizione. Tutte le novità degli espositori

Scritto da

Federica Lugaresi

il 22 Settembre 2016

Galleria Fotografica

Dopo le tante anticipazioni delle Case, ecco che finalmente ha aperto al pubblico lo IAA  veicoli Commerciali di Hannover nella sua 66ma edizione

Lo IAA 2016 ha aperto le porte il 22 settembre, anticipato dalle due giornate dedicate alla stampa internazionale.


La cerimonia di inaugurazione è avvenuta davanti a più di 700 ospiti appartenenti al mondo politico in presenza di Matthias Wissmann, presidente dell’Associazione tedesca dell’industria automobilistica (VDA) che ha esordito sottolineando:”Viviamo in tempi di grande cambiamento e qui allo IAA  – la più importante kermesse al mondo per i settori del trasporto, logistica e mobilità – presentiamo più di 330 anteprime mondiali e più di 100 anteprime europee grazie a 2000 espositori provenienti da oltre 50 paesi. E’ qui  che i visitatori possono ammirare i frutti dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione quotidiana”.


Wissmann ha anche sottolineato come”Lo IAA  sia  trasversale a tutta la filiera del mondo dei trasporti: dai costruttori di veicoli (sia pesanti che leggeri) fino al trasporto e alla logistica; ma il salone  rappresenta un’ottima vetrina per le start-up aziendali“.Ha continuato poi rimarcando l’importanza economica e cruciale di veicoli commerciali, che ci permettono di godere dei molti aspetti piacevoli della vita quotidiana: tali veicoli permettono il trasporto di merci in ambito cittadino, trasportano persone e spesso, sono i “primi soccorritori” in situazioni di pericolo e di emergenza ( come le ambulanze e i mezzi anti incendio). “Una vita senza veicoli commerciali sarebbe come tornare al Medioevo :senza raccolta di rifiuti e pulizia delle strade la qualità della vita quotidiana non sarebbe accettabile” ha proseguito Wissmann.


Una nota di merito è stata data ai sistemi di sicurezza sempre più affidabili e sofisticati, ormai di serie sui veicoli commerciali. Ben chiaro è l’obiettivo che le Case costruttrici vogliono raggiungere in un futuro molto vicino,  ossia arrivare ad una guida automatizzata  senza incidenti.


Altro focus, prerogativa di questa edizione, è la connettività:“In futuro i veicoli saranno collegati con tutto il mondo del traffico – ha spiegato il Presidente – e la connettività renderà il settore dei trasporti ancora più sicuro ed efficiente. Per es. col Platooning si può già arrivare ad una riduzione di emissioni di CO2 pari al 10%, la borsa carichi digitale può aiutare ad ottimizzare i viaggi, evitando le tratte a vuoto; sarà possibile prenotare un parcheggio ancora prima di arrivare”. 


Una voce importante hanno i  propulsori a carburante alternativo. Come ormai sappiamo entro il 2020 i veicoli dovranno ridurre ancora di un 20% le emissioni di CO2 prodotte, ma per fare ciò è necessario che tutti i players del settore e della logistica collaborino e si impegnino per lo stesso obiettivo. “Le unità ibride ed elettriche stanno diventando sempre più importanti, soprattutto nei veicoli commerciali leggeri utilizzati per le consegne e distribuzione locale, perché le grandi città sono ancora in crescita, e l’e-commerce pure. Andando di pari passo, la connettività e la mobilità elettrica farànno in modo che, in futuro, la logistica urbana sarà ancora più veloce, efficiente e ad emissioni zero” ha sottolineato Wissman.


Fantascienza? Diciamo proprio di no. Gli scenari futuristici sono aperti e anche molto concreti: adeguiamo le infrastrutture e.. applichiamo!


ECCO LE NOVITA’ E LE PREMIERE DELLO IAA:


Bridgestone, leader mondiale nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma, presenta Tirematics™, un innovativo sistema di monitoraggio per pneumatici applicabile alle flotte: speciali sensori , con monitoraggio da remoto, permettono di analizzare e trasmettere informazioni quali pressione e temperatura, relative agli pneumatici dei veicoli commerciali in tempo reale.


Questa soluzione offre anche il vantaggio di anticipare l’insorgere di eventuali problemi – contribuemdo a ridurre i tempi di fermo e i possibili guasti del veicolo – ottimizzando non solo la durata degli pneumatici ma anche il consumo di carburante come spiegato da  Neil Purves, Senior Manager Solution Business Systems, Bridgestone Europe.


Avvisi preventivi e report di manutenzione inviati con cadenza regolare, permettono di mantenere alta l’efficienza delle flotte. Alcune flotte di autocarri hanno già monitorato una riduzione del 75% dei danni ai pneumatici durante l’attività. Inoltre, gli operatori delle flotte possono potenzialmente risparmiare circa lo 0,5% in termini di consumo di carburante grazie al miglioramento delle condizioni di gonfiaggio dei pneumatici.

Bridgestone crede inoltre che il sistema Tirematics™ permetterà significativi risparmi sui costi di manutenzione dei pneumatici, in quanto le informazioni monitorate da remoto elimineranno il bisogno di sottoporre i veicoli al controllo manuale della pressione.


Citroën tra i tanti suoi veicoli esposti ad Hannover, ha puntato i riflettori sul nuovo Jumpy (presentato nelle versioni di  furgone, combi, doppia cabina e le versioni piattaforma cabina. Con il suo stile caratteristico, il massimo comfort e le tecnologie all’avanguardia di cui è dotato, il nuovo Jumpy è disponibile in tre lunghezze e consente ad ogni professionista di scegliere il veicolo che corrisponde al meglio alle proprie esigenze.Tra i suoi punti di forza: una piattaforma EMP2 a base modulare che offre fino a 1.400 kg di carico utile,  motore diesel Euro6 della famiglia BlueHDi con consumi ed emissioni di CO2 “Best INCLASS” nel segmento.


Il nuovo Jumpy è affiancato dal Citroën Pössl Campster, sviluppato sulla base della nuova Citroën SpaceTourer. E’ un camper versatile con interni spaziosi e funzionali, con quattro posti a sedere e una cucina.


Continental  presenta per la prima volta al 66° salone IAA, dedicato ai veicoli commerciali, troviamo i pneumatici a basso consumo di carburante per il trasporto su lunghe distanze in autostrada e i pneumatici a peso ridotto per l’impiego esclusivo su autocisterne per il trasporto di oli minerali. Quale partner tecnologico affidabile, Continental aiuta i produttori di veicoli ad attuare la direttiva europea sull’efficienza energetica (Energy Efficiency Directive), che prevede per gli autocarri un aumento dell’efficienza nel consumo di carburante del 20% entro il 2020. La linea Conti EfficientPro ottimizzata in termini di resistenza al rotolamento e i pneumatici Conti LightPro a peso ridotto, sono fra i protagonisti dello stand A06/B11.


Con la linea Conti EfficientPro per asse sterzante e asse trattivo, Continental Truck presenta pneumatici a basso consumo di carburante sviluppati appositamente per il trasporto su lunghe distanze. Grazie alla riduzione della resistenza al rotolamento, i pneumatici permettono di risparmiare fino a 0,64 litri su 100 chilometri rispetto ai pneumatici della linea Conti EcoPlus1. Con una percorrenza annua di 120.000 chilometri, i pneumatici Conti EfficientPro per asse sterzante e asse trattivo consumano circa 750 litri in meno all’anno e riducono allo stesso tempo di oltre 2 tonnellate all’anno le emissioni di CO2.


DAF si propone ad Hannover  col tema guida”DAF Transport Efficiency”. La Casa è presente con  la sua gamma completa di prodotti (i modelli esposti comprendono LF per la distribuzione, il CF adatto ad un’ampia gamma di applicazioni, e l’ammiraglia XF per il trasporto pesante e su lunghe distanze) e servizi leader del settore, per offrire le soluzioni di trasporto complete più efficienti con il massimo rendimento per chilometro. L’innovativo sistema di gestione delle flotte DAF Connect ottimizza le prestazioni di conducente e flotta e migliora l’efficienza logistica. Le innovazioni apportate ai già affidabili ed efficienti motori PACCAR PX-5 e PX-7 per veicoli LF e CF per la distribuzione, garantiscono un perfetto equilibrio tra potenza, coppia ed efficienza nei consumi. DAF Transport Efficiency dimostra l’impegno della compagnia nella fornire veicoli con i più bassi costi di gestione ed elevati risparmi di carburante. DAF, grazie al proprio veicolo sperimentale, dimostra il proprio impegno nel mantenere la leadership nell’ambito del risparmio di carburante e della salvaguardia dell’ambiente.


Presentato anche il DAF Connect, un innovativo sistema di gestione delle flotte, che fornisce all’operatore informazioni in tempo reale sulle prestazioni dei propri veicoli e dei conducenti. Le informazioni relative a posizione del veicolo, consumo di carburante, chilometraggio, utilizzo della flotta e tempi di inattività vengono visualizzate in modo chiaro su un cruscotto online, configurabile in base alle richieste e alle esigenze dei clienti. Un’ottimizzazione insomma della disponibilità del veicolo, riducendo i costi di esercizio e migliorandone l’efficienza logistica.

Questo cruscotto, di lettura intuitiva, può essere configurato per fornire report completi sul consumo di carburante con dati vecchi e nuovi e consente perfino di eseguire il confronto tra veicoli e conducenti. La funzione Live Fleet View fornisce tutte le informazioni necessarie sull’ubicazione della flotta per consentire una pianificazione ottimale, includendo distanze, percorsi e tempi di guida relativi a veicolo e conducente.


Fiat Professional  ad Hannover espone l’intera gamma che, completamente rinnovata in appena due anni, si conferma la risposta giusta a qualunque missione di trasporto in quanto copre tutti i segmenti; propone ogni tipo di carrozzeria, portata e volume; offre una completa scelta di varianti di passo, lunghezza e altezza e vanta motori ad alta efficienza e con diverse alimentazioni (benzina, gasolio, GPL e metano).


Inoltre, a dimostrazione della grande flessibilità dei propri modelli, Fiat Professional pone la massima attenzione alle “specialties”, come il trasporto persone e il mondo dei veicoli trasformati: dagli shuttle alla mobilità assistita,  dalle officine mobili ai veicoli con cassone, dai mezzi coibentati a quelli con cella refrigerata, dai camper per il tempo libero ai mezzi per la Pubblica Amministrazione. La nuova gamma di Fiat Professional è quindi capace di rispondere a qualunque esigenza professionale coprendo il 97% del mercato: è questa la base forte su cui poggia il rinnovamento del marchio.


Ducato (nuova versione Combi Passo Lungo equipaggiato con il Multijet2 da 2,3 litri e 150 CV; una versione su base Ducato cabinato pianalato; e una versione smart e innovativa dedicata a un professionista che ne fa un’estensione naturale del proprio luogo di lavoro), Talento (una versione per il trasporto merci e l’altra per il trasporto persone), Nuovo Fiorino (versione Natural Power dotata del propulsore 1.4 da 70 CV a doppia alimentazione benzina e metano), Fullback (un particolare esemplare è in configurazione “cabina estesa”  e una versione “cabina doppia”) e Doblò Cargo ( in versione Natural Power equipaggiata con un propulsore bi-fuel – benzina/metano – che assicura prestazioni paragonabili alla versione benzina ma con tutti i benefici economici e ambientali offerti dal metano) sono tutti esposti nella vetrina dello IAA.


Iveco ha annunciato all’inaugurazione della fiera internazionale IAA 2016 di Hannover 2016 che il Nuovo Stralis XP ha ottenuto il certificato TÜV SÜD per la riduzione dell’11,2% del consumo di combustibile che incide per oltre il 40% sul TCO (Total Cost of Ownership). Inoltre, per la prima volta, ilTÜV ha anche certificato i servizi TCO2 Live.

Pierre Lahutte, Iveco Brand President, ha commentato: “Noi di Iveco crediamo che la sostenibilità sia il futuro dei trasporti. Il Nuovo Stralis TCO2 Champion e tutti i veicoli che esponiamo qui alla fiera IAA 2016 sono il frutto della nostra costante ricerca di efficienza elevata, basse emissioni e ridotto Total Cost of Ownership. Il Nuovo Stralis e la sua catena cinematica totalmente rinnovata consentono al proprietario della flotta di ottimizzare l’influenza dell’autista sul consumo di combustibile. Questo, insieme alle numerose innovazioni tecnologiche finalizzate al risparmio del combustibile, aumenta in modo esponenziale l’efficienza nei consumi.”


Presentato in anteprima mondiale IVECO Z TRUCK, il concept per le lunghe distanze a impatto zero, che varca nuove frontiere per un trasporto del tutto sostenibile. Si tratta  di uno strumento che garantisce Zero emissioni di CO2 grazie a una tecnologia LNG ottimizzata e all’uso del Bio-metano. Il concept è alimentato a bioLNG con due nuovi serbatoi dalla forma innovativa,

un’aerodinamica avanzata e un sistema di recupero del calore residuo. Le tecnologie di guida automatizzata e i sistemi di sicurezza e di prevenzione attivi permettono inoltre di ridurre drasticamente la probabilità di incidenti (Zero incidenti).


TCO2 Live di Iveco è invece una nuova gamma di servizi che unisce per la prima volta una serie di servizi di nuova generazione come il Fleet Management alle tradizionali attività di post-vendita. Tre di questi nuovi servizi si basano sulla Fuel Consultancy, che aiuta i clienti ad utilizzare il Nuovo Stralis nel modo più efficiente possibile a livello di consumi: TCO2 Smart Report, un sistema di reportistica settimanale sullo stile di guida e il consumo di combustibile di ciascun veicolo della flotta; TCO2 Advising, una consulenza sul risparmio di combustibile da parte di un team di esperti locali di Iveco.


Lamberet ha presentato un’importante novità: la nuova tecnologia “Zero Petrolio”, un progetto innovativo per la cui realizzazione si sono riuniti gli attori più evoluti del settore dei veicoli industriali isotermici, attrezzati di tecnologie virtuose per l’ambiente. Lo scopo è quello di sviluppare un sistema di consegne urbane e regionali virtuoso ed ecologico.


A rappresentanza di ciò, tra i molti mezzi allestiti, espone anche un veicolo dimostrativo nella sezione “New World Mobility Live”, un insieme motrice e semirimorchio “Zero Petrolio” dedicato alla logistica urbana profittevole, composto da una motrice Scania LNG a gas, con nuovo gruppo frigorifero “Eco Drive” Carrier (funzionante con modalità elettrica grazie a un generatore interno alla motrice) e un semirimorchio SR2 X-City da 27 pallets dotato di serranda Distri+ a sollevamento assistito con automazione pneumatica 100% autonoma). Questo “ensemble ecologico” si è già aggiudicato il Trailer Innovations Award 2017 nella categoria “Concept”. Una furgonatura isotermica di ultima generazione, caratterizzata dal sistema criogenico –  per rimorchi e semirimorchi – innovativa. L’innovazione risiede nella produzione del freddo ottenuto dal passaggio dell’aria del compartimento del veicolo isotermico attraverso un convertitore alimentato con azoto liquido, memorizzato a -195°C nel serbatoio del veicolo.Contrariamente alla tecnologia a iniezione diretta, il sistema Blueeze funziona in maniera “indiretta”: l’azoto non è mai in contatto con l’interno della furgonatura, assicurando un funzionamento in totale sicurezza.


 


MAN, nel contesto delle trazioni alternative,  presenta a Hannover un veicolo concept per l’elettromobilità. Il trattore stradale MAN TGS con azionamento completamente elettrico è destinato a viaggi di consegna notturni in ambito urbano, come per es. nel caso di filiali nella vendita al dettaglio di prodotti alimentari. Il camion concept offre un grande volume di carico con peso proprio ridotto e non provoca emissioni (CO2, NOx, rumore). La base tecnica è rappresentata da un trattore stradale TGS 4X2 BLS-TS con un massa totale a terra di 18 t.Ottimizzato per l’impiego con un semirimorchio City con asse singolo sterzante, il veicolo concept soddisfa i requisiti fondamentali dei mezzi per il trasporto merci intraurbano del futuro: essi devono infatti offrire un grande volume di carico con peso proprio ridotto, viaggiare senza emissioni (CO2, NOx, rumore) e al tempo stesso garantire una maneggevolezza buona.


MAN Truck & Bus amplia il suo portafoglio prodotti inserendo, per la prima volta, la categoria dei veicoli commerciali e diventando così un costruttore full-range per i mezzi da 3 a 44 tonnellate. Il nuovo furgone con il nome di MAN TGE è stato sviluppato da Volkswagen Nutzfahrzeuge e viene realizzato nello stabilimento di recente costruzione a Wrzesnia in Polonia insieme al Volkswagen Crafter di identica struttura.


Joachim Drees, CEO di MAN Truck & Bus, ha dichiarato:“Con il veicolo commerciale MAN, posizionato al di sotto del nostro camion leggero MAN TGL, si apre un nuovo campo di attività. Molti dei nostri clienti che dispongono di un parco mezzi con veicoli industriali pesanti hanno bisogno anche di furgoni e per questo il MAN TGE completerà in modo intelligente la gamma di prodotti offerta. Conosciamo molto bene le esigenze e i settori merceologici degli operatori professionali e per questo offriremo loro soluzioni e allestimenti perfettamente adeguati”.


Tra le novità, il nuovo gruppo della coppia di assi ipoidi leggeri, particolarmente adatto per trasporti nei quali il carico utile riveste un ruolo importante. Il gruppo viene presentato alla fiera nella versione con peso ottimizzato nell’autobetoniera a quattro assi MAN TGS 32.400 8×4 BB. La riduzione di peso rispetto agli assi epicicloidali esterni è di circa 280 chilogrammi, mentre in confronto agli assi ipoidi con capacità di carico di 13 tonnellate finora comunemente usati si raggiunge un risparmio di peso di ca. 180 chilogrammi. Al di fuori del settore edile, le applicazioni più frequenti con massa totale della combinazione di 60 tonnellate sono nel servizio di distribuzione e nei trasporti a lungo raggio.


Con la presentazione di MAN HydroDrive, nel 2005 MAN ha introdotto sul mercato una nuova soluzione nei sistemi di trazione per i veicoli industriali. Oggi la Casa offre il maggior numero di varianti di questo sistema disponibili sul mercato, disponibile per veicoli a due, tre e quattro assi nella serie TGS e per autoarticolati a due e tre assi nella serie TGX e ideale se il veicolo viene utilizzato per lo più su strade asfaltate e la trazione supplementare serve solo raramente. I tipici campi di impiego sono carreggiate sconnesse e cantieri, strade forestali e viottoli di campagna, ma anche in caso di fondo stradale coperto di neve o ghiaccio. Come novità ora all’IAA potrà essere ordinata la versione HydroDrive in combinazione con il cambio automatico MAN TipMatic, e con la possibilità di scegliere tra i due programmi di cambio “Onroad” e “Offroad”.


MAN ha ottimizzato la massa a vuoto del nuovo TGS-TS, facendone così il trattore stradale più leggero per l’utilizzo di autobotti e autosilo nel suo portafoglio di prodotti. Se vengono applicate tutte le misure la massa a vuoto del TGS-TS scende a soli 6560 chilogrammi circa e in questo modo il carico utile aumenta di oltre 100 chilogrammi. Il TGS-TS propone inoltre di serie una nuova scatola dello sterzo più leggera. Insieme al nuovo asse anteriore e all’albero di trasmissione con peso ottimizzato, questi accorgimenti riducono il PTT di fino a 24 kg.



Mercedes ha presentato l’Urban eTruck, innovativo camion con motore 100% elettrico che garantisce 200 km d’autonomia e dispone di tre modalità di guida (auto, agile ed eco) per ottimizzare al meglio il consumo d’energia delle batterie in base alle necessità del momento. Si tratta di un nuovo camion alimentato esclusivamente con energia elettrica che ci offre uno sguardo verso il futuro del settore dei veicoli industriali, soprattutto per la mobilità nelle grandi città, dove la circolazione dei veicoli, compresi i mezzi pesanti, con motore a combustione sarà sempre più limitata e restrittiva.L’alimentazione dell’Urban eTruck arriva da un doppio motore elettrico asincrono trifase, collocati uno per lato, in grado di garantire una potenza pari a quella di 339 CV ed una coppia massima di 1.000 Nm. Le unità elettriche sono alimentate da tre batterie agli ioni di litio che garantiscono un energia complessiva di 212 kWh, consentendo al camion elettrico di Mercedes di viaggiare fino a un massimo di 200 chilometri con una singola carica. Inoltre a sostegno della ricarica della batteria c’è anche un sistema di frenata rigenerativa. E’ un mezzo della Stella che dispone di tre modalità di guida. Il primo, chiamato “auto“, regola il consumo di energia sulla base di un percorso definito evitando di rimanere a secco di energia. Il secondo, definito “agile“, offre la massima potenza quando necessario. Infine la modalità “eco” riduce il valore della coppia motrice per massimizzare l’autonomia. L’Urban eTruck è stato progettato come veicolo modulare consentendo dunque la possibilità di montare anche un pacco batteria di minore capacità se una cliente necessita di autonomia inferiore, con l’opportunità di montare il modulo batteria aggiuntivo in un secondo momento qualora questo fosse necessario.


Nei commerciali, la Casa di Stoccarda si presenta con: il Vision Van (un veicolo commerciale a trazione elettrica, automatizzato e integralmente connesso in rete che rivoluziona il settore delle consegne dell’ultimo miglio), lo Sprinter ( punto di riferimento per i veicoli della categoria, oggi disponibile con nuove versioni di peso e motori più brillanti), il Vito (il versatile factotum con tre versioni di trazione e nuovi particolari di equipaggiamento negli interni), e il Citan (compatto fuori e ampio dentro, con nuovi pacchetti di equipaggiamento per gli esterni e gli interni e cambio a doppia frizione per le versioni diesel).



 Renault Pro+ presenta, al Salone di Hannover, in Germania, una proposta su misura costruita sul nuovo pick-up una tonnellata: Renault Alaskan (nelle quattro versioni Alaskan ambulanza, Vigili del Fuoco, piattaforma aerea e veicolo di pronto intervento). Renault Pro+ presenta, inoltre, nuove tecnologie di motricità rinforzata o trasmissioni automatiche, nonché una partnership con la Formula 1. Grazie alla posizione di leader nel settore dei veicoli commerciali in Europa da 18 anni e a solide basi in America Latina e in Africa, Renault Pro+ persegue le sue ambizioni mondiali con una proposta sempre più vasta, per rispondere alle esigenze diversificate dei clienti professionali. Renault Pro+ continua ad accompagnare tale proposta con servizi specificamente dedicati ai clienti di veicoli commerciali, in particolare grazie alla rete specializzata, che comprende 650 centri nel mondo, tutti conformi a esigenti standard.

Renault Trucks espone nuovi veicoli al salone di Hannover: veicoli industriali , veicoli da costruzione, per la distribuzione e anche camion da rally, sono tutti presenti presso lo stand a dimostrazione della solidità del marchio della Losanga. Per quanto riguarda i veicoli pesanti per lunghe distanze, la Casa presenta in esclusiva il Renault Trucks T Maxispace High Edition, un’edizione speciale del T High, di  cui si può apprezzare l’ergonomia, la visibilità e il confort della cabina.


I visitatori avranno inoltre la possibilità di assistere alla customizzazione del camion « Pimp my truck! » : un Renault Trucks T High sarà personalizzato durante tutta la durata del Salone.


Scania si è presentata con tutta la nuova gamma dei veicoli industriali. La Casa è al centro di una intensa fase di lancio della nuova generazione di veicoli industriali. “È stato subito chiaro a tutti che il modello presentato rappresenta l’inizio di una nuova generazione di veicoli, caratterizzata da un significativo risparmio di carburante” ha dichiarato  Christopher Podgorski, Senior Vice President, Scania Trucks.


I quattro veicoli di nuova generazione e la sezione di una cabina, sono le grandi attrazioni dello stand Scania. La gamma attuale di prodotti, denominata “la migliore di sempre” grazie all’altissimo livello qualitativo, ha riscosso un grande successo e verrà prodotta parallelamente alla nuova generazione presente allo stand. La Crown Edition di un veicolo attrezzato per i lavori forestali è l’emblema della nuova generazione. Per il Grifone, da sempre, “customer first”: l’obiettivo infatti , di proporre ai clienti soluzioni di trasporto sostenibile è reso evidente dai veicoli e dei servizi presenti nello stand. Fra questi un veicolo a metano (LNG) perfetto per le lunghe distanze e l’esclusivo modello ibrido targato Scania Euro 6 che funziona a olio vegetale idrogenato (HVO) con alimentazione elettrica per una guida silenziosa e senza emissioni.


Altra importante novità è rappresentata dalla nuova catena cinematica che riduce del 3% il consumo di carburante in tutti i nuovi motori.


In una sezione dello stand, Scania mostra alcuni aspetti del suo ecosistema di servizi che avranno un impatto positivo sulla redditività dei propri clienti: l’innovazione principale è rappresentata dalla Manutenzione Scania con Piano Flessibile, un servizio che assicura a ciascun veicolo una manutenzione basata sul suo reale utilizzo.


E’ possibile leggere ulteriori approfondimenti dedicati nella sezione “Notiziario”e “Veicoli industriali”.


Thermo King svela nuove soluzioni per il trasporto refrigerato. “L’innovazione va al di là della semplice creazione di nuovi prodotti” ha dichiarato Karin De Bondt, Vice Presidente e Direttore Generale per il settore Autocarri, semirimorchi e autobus di Thermo King in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA). “Bisogna rivolgersi direttamente alle esigenze specifiche del cliente, spaziando tra connettività, Data-Driven Intelligence, analisi dell’utente reale e capacità di fondere tecnologie nuove ed emergenti, applicate in ultima istanza alle esigenze dei clienti.”


E’ con la nuova piattaforma di refrigerazione SLXi per semirimorchi monotemperatura e multitemperatura, che la Casa risponde  all’attuale esigenza di efficienza dei consumi, intelligenza, connettività e sostenibilità: è la prima unità per semirimorchi refrigerati completamente compatibile con i sistemi telematici del settore, in grado di offrire una totale visibilità dell’unità stessa e della condizione del carico grazie al nuovo dispositivo di comunicazione TK BlueBox di Thermo King e al Bluetooth® di serie. E grazie al sistema di controllo SR-3 potenziato, sia il display della temperatura che quello del controllo del punto di riferimento permettono di raggiungere un’elevata precisione con incrementi di 0,1°C.


Anche l’innovativa tecnologia per semirimorchio a trasmissione ibrida di nuova concezione, che ha fatto il suo  debutto all’IAA 2016, coniuga la consolidata esperienza e le competenze tecnologiche di Thermo King e FRIGOBLOCK ed è destinata a diventare parte della piattaforma SLXi per semirimorchi refrigerati. Questo nuovo concept permette di ottenere ulteriori risparmi sul fronte operativo e dei consumi, oltre a ridotte emissioni e bassi livelli di rumorosità, rendendo possibile per le società di trasporto l’accesso ai centri cittadini o a zone a traffico limitato.


Volkswagen Veicoli Commerciali ha presentato al Salone Internazionale dei Veicoli Industriali di quest’anno (IAA) il prototipo del nuovo e-Crafter, un concept di veicolo sapientemente progettato per la distribuzione urbana delle merci a emissioni zero. Anche se equipaggiato con il motore elettrico, il carattere del nuovo Crafter è rimasto intatto. Il prototipo presenta immutate tutte le caratteristiche innate di robustezza, come per esempio un elevato carico utile, una capacità di carico ideale pari a 11,3 m³ e un’altezza massima del vano di carico di 1.961 millimetri. Inoltre, in virtù dell’ampiezza di carico tra i passaruota pari a 1.380 mm e della lunghezza massima del vano di carico di 4.855 mm, non presenta alcuna modifica alle misure del package.


Il propulsore elettrico con una potenza di 100 kW fa accelerare questo prototipo, dal peso complessivo ammesso di 4,2 tonnellate, fino alla velocità massima consentita di 80 km/h, rendendolo pertanto idoneo a percorrere sia le strade urbane che extraurbane.


Il concept dell’e-Crafter tiene già in considerazione i prossimi sviluppi in materia di batterie, grazie ai quali sarà possibile configurare a piacere le varie autonomie fino a 400 km, in base alle esigenze del Cliente e allo specifico profilo richiesto. Si tratta di prospettive molto interessanti per molteplici settori, anche al di fuori del trasporto urbano. Il prototipo esposto alla IAA è equipaggiato anche con una stazione di servizio, che dispone di uno stock di batterie di riserva per queste particolari cargo bike elettriche, e consente di ricaricare la relative batterie.


Ulteriori approfondimenti si possono trovare nella sezione “Veicoli commerciali”.


Volvo ha annunciato allo IAA che il Volvo FH con motore Euro 6 da 13-litri e cambio I-Shift ha superato, nel test Fehrenkötter tedesco, tutti i concorrenti ottenendo il risultato migliore al test effettuato dal 2014 al 2016,  Oltre al più basso costo totale di proprietà, il veicolo FH ha raggiunto anche il minor consumo di carburante.”Anche se il veicolo Fehrenkötter è dotato di catena cinetica di generazione precedente, questa vittoria prova che il nostro continuo impegno nel raggiungere una combinazione di produttività e prestazioni elevate con bassissimi livelli di consumo di carburante è una formula vincente“, ha affermato afferma Claes Nilsson, Presidente di Volvo Trucks.


per il futuro, il nuovo Volvo Concept Truck sviluppa ulteriormente il potere della conoscenza. Il concept truck, risultato di cinque anni di ricerche, diminuisce i consumi di carburante di oltre il 30% nel trasporto a lunga percorrenza, per lo più grazie a una catena cinematica all’avanguardia, a un design più aerodinamico e all’ottimizzazione del peso.”E questo è solo l’inizio. Mentre il Volvo Concept Truck è dotato di motore D13 Euro 6 standard e trasmissione I-Shift, la versione di prossima concezione sarà dotata di una nuova catena cinematica all’avanguardia. Sveleremo i dettagli prossimamente”, afferma Claes Nilsson.


ZF , da sempre all’avanguardia nel campo delle trasmissioni, ha presentato il progetto  “Vision Zero” – per una guida senza incidenti – caratterizzato da un sistema autostradale di guida Assist (HDA), che aiuta a mantenere il veicolo nella sua corsia, e da un sistema cosiddetto Assist System (EMA), che permette al camion di eludere gli ostacoli in modo indipendente dai freni. Quest’ultimo è stato sviluppato in collaborazione con WABCO. Interessante anche la funzione Safe Range per manovre in autonomia, precise ed efficienti e, se necessario, con zero emissioni locali. Nel dettaglio il sistema EMA  rileva se la frenata è sufficiente ad arrestare il veicolo prima dell’ostacolo.  Se la frenata non fosse sufficiente, il dispositivo EMA  dirige il camion con il suo rimorchio in modo indipendente e sicuro verso la corsia libera.


 


 


 


 


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Registrati gratis al convegno