web-tv

Sei qui: Home > Sezione EVENTI > > Federtrasporti elegge il Vincitore Sicuro

On the road

Federtrasporti elegge il Vincitore Sicuro

Scritto da

Luca Barassi

il 1 Ottobre 2015

La CAN di Noci (Ba) è la squadra più sicura di Federtrasporti (http://www.gruppofedertrasporti.it/). La cooperativa pugliese si è aggiudicata il titolo lo scorso 26 settembre, nella Finalissima di Vinco.Sicuro! ospitata nella sede nazionale del gruppo, a Bologna.
I tre componenti del “Safety Team” – Giuseppe Michielli, Giovanni Montanaro e Mario Piangivino – sono riusciti ad avere la meglio sulle altre squadre giunte in finale grazie ai successi ottenuti nelle tre tappe di Eboli (Sa), Mantova e Calenzano (Fi). Ma per il terzetto di Noci  non è stato affatto facile salire sul gradino più alto del podio, visto l’elevato livello di preparazione dimostrato da tutte le squadre finaliste. Segno tangibile che le tante ore di formazione impartite da Federservice nel corso degli ultimi anni per riuscire a contenere l’incidentalità stradale hanno colto nel segno.


La Finale ha avuto due momenti importanti. La prima parte della mattinata è servita per portare da otto a tre le aziende in lizza per il Titolo attraverso una “lenzuolata” di una ventina di test. Il tempo massimo per la consegna era 30 minuti, ma dopo appena 6,54 minuti il Cacif di Follonica (Gr) aveva già consegnato le proprie risposte, seguito a ruota,  9 secondi dopo, proprio dal Can. Forse non è un caso che queste due squadre sono passate al turno successivo, raggiunte nella finalissima a tre dal Conap di Fiorenzuola d’Arda (Pc), che tra le sue file schierava un Mirco Consonni, insignito con il titolo di «Sapientino» in virtù dell'”en plein” di risposte esatte ottenuto nel corso delle eliminatorie. «La velocità quasi istintiva con cui sono state date le risposte – commentava il dottor Giorgio Ghedini (Medico dell’Asl di Bologna), componente insieme a Sandro Vedovi (Responsabile Progetti della Fondazione Ania) e Paolo Moggi (Responsabile Qualità e Sicurezza di Federservice) del comitato scientifico della manifestazione – dimostra che le conoscenze si sono sedimentate in profondità».


Le conoscenze a cui fa riferimento Ghedini sono relative in particolare a tre aree: le regole, il sé e il veicolo. Quelle cioè che da anni costituiscono le materie di insegnamento della formazione impartita alle aziende aggregate a Federtrasporti, ma anche l’argomento delle 10 domande del quiz finale. Can, Conap e Cacif hanno rilevato errori di compilazione in una strisciata di una scheda tachigrafica, ricostruito le responsabilità rispetto a due incidenti, individuato i comportamenti errati di un autista dal piede troppo pesante, sistemato all’interno di una grande piramide gli elementi utili e meno utili per una buona alimentazione. E su 28 punti massimi in palio ne hanno totalizzati 20 il Cacif, 22 il Conap e 25 il Can, dopo che per buona metà della gara le prime due avevano ingaggiato un testa a testa, seguite a breve distanza dalla terza. Alla fine però il Can ha dimostrato non soltanto rapidità di esecuzione, ma anche eclettismo e tanta motivazione. «Per noi – ha commentato Giuseppe Michielli - è il coronamento di un percorso formativo intrapreso già nel 2004 e in cui abbiamo sempre creduto. Perché la formazione, anche quando passa da canali più ludici, come in questo caso, è un elemento vitale, in quanto qualifica il lavoro. E poi sono contento perché anche in questo modo i nostri soci e i nostri autisti sono almeno in parte ripagati di tanti sforzi fatti».


Il Can, insieme al «Sicurtitolo», porta a casa un buono di 5.000 euro in gasolio offerto da AS24, insieme a un pacchetto di carte carburante e tre polizze sanitarie di Unisalute. Il Conap, insieme alle polizze, è stato premiato con tre telecamere Roadscan offerte da Octocam, mentre ai tre rappresentanti del Cacif sono spettate tre polizze sanitarie. A loro e a tutti i partecipanti sono andati anche gli splendidi trofei disegnati e realizzati da Acito Inox, le sicure scarpe antinfortunistica di Euroroutier e i ricchi gadget di Renault Trucks e di Continental VDO.
Così, come ha commentato il presidente di Federtrasporti, Claudio Villa, «con un pezzetto di gloria, una manciata di gratificazione e un nutrito bagaglio di nozioni e conoscenze “sicure”, per tutti diventa un po’ più facile affrontare la sfida quotidiana contro l’incidentalità stradale». In Federtrasporti la si vince da anni ma, come ha dimostrato Vinco.Sicuro!, nessuno è stanco di gareggiare.


 


I componenti dei tre Team finalisti
1° classificato) CAN: Giuseppe Michielli – responsabile qualità e sicurezza, Giovanni Montanaro e Mauro Piagivino – autotrasportatori
2° classificato) CONAP: Mirco Consonni – responsabile qualità e sicurezza, Roberto Gardin e Nicola Moramarco – autotrasportatori
3° classificato) CACIF: Michele Demi – responsabile qualità e sicurezza, Giuseppe La Rosa e Marco Fiorino – autotrasportatori


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto