web-tv

Sei qui: Home > Sezione EVENTI > > Dakar 2015: brillante prova per Iveco

Dakar 2015: brillante prova per Iveco

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 13 Gennaio 2015

La Dakar è arrivata al giro di boa con la sua ottava tappa, dove Gerard de Rooy, a bordo del suo Iveco Powerstar, si è aggiudicato il secondo posto nella classifica di una tappa particolarmente impegnativa.


Al primo posto in classifica si è riconfermato il russo Nikolaev (Kamaz) che ha battuto il pilota olandese del Team Petronas De Rooy Iveco con un vantaggio di soli 11 minuti e 16 secondi; mentre il distacco con gli altri partecipanti è stato considerevole.
La lunghezza totale della speciale era di 273 chilometri, di cui gli ultimi 50 chilometri caratterizzati da un percorso sabbioso e molto difficile. Il pilota di Kamaz Nikolaev ha dominato fin dall’inizio, con una velocità media di circa 80 chilometri all’ora. Gerard de Rooy ha mantenuto una velocità costante e ha terminato con soddisfazione la tappa, piazzandosi al secondo posto. Hans Stacey è arrivato 7°: fino a metà percorso circa è riuscito a rimanere fra i primi tre, poi nell’ultima fase, caratterizzata dalle dune di sabbia, ha perso tempo distanziandosi dal leader di oltre 49 minuti. Anche Pep Vila ha portato a termine la tappa in sicurezza a bordo del suo Iveco Trakker, piazzandosi in 16 ° posizione, dopo alcuni problemi all’inizio della fase.


La classifica generale resta di dominio dei piloti Kamaz, che combattono per portare a casa la vittoria.
Mardeev è ancora in testa, in una sfida continua con Nikolaev. Stacey ha guadagnato una posizione dal settimo al sesto posto in classifica e anche Gerard De Rooy ha scalato vertiginosamente la classifica dal 21°posto al 14°.
De Rooy ha commentato al traguardo di Iquique, in Cile: “Oggi è andato tutto molto bene, anche se i
primi 160 chilometri della speciale si sono rivelati particolarmente complessi. Nell’affrontare le dune abbiamo cercato di procedere il più rapidamente possibile, anche se in alcuni punti la navigazione è stata molto difficile per tutti. È stata una bella sensazione essere il primo camion a iniziare l’immensa discesa e il primo ad arrivare in bivacco”. “Se escludiamo il problema al differenziale posteriore che abbiamo avuto alla quarta tappa – ha proseguito De Rooy – possiamo affermare che i nostri tre veicoli Iveco stanno gareggiando alla grande. Questo ci dà fiducia per la seconda parte della Dakar”.


Dopo otto tappe faticose, i concorrenti dei camion avranno oggi un giorno di riposo per recuperare le forze. I meccanici avranno a disposizione 40 ore per preparare i camion a dare il massimo nella seconda parte della Dakar, dove li attendono ancora 1476 chilometri di cronometrata. Buenos Aires dista 3.336 chilometri.


Ulteriori notizie sono disponibili su www.iveco.com/dakar


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto