web-tv

Sei qui: Home > Sezione CONSTRUCTION > > Nuovo Mercedes-Benz Arocs: il Re dei cantieri 2.0

Nuovo Mercedes-Benz Arocs: il Re dei cantieri 2.0

Scritto da

A. Trapani

il 16 Aprile 2019

Bauma 2019: il nuovo Mercedes-Benz Arocs è la punta di diamante di Mercedes-Benz Trucks per l’impiego nel settore dell’edilizia.

L’edizione 2019 del ‘Bauma’, la fiera più importante a livello mondiale nel settore dell’industria delle costruzioni ha presentato a espositori e pubblico non solo veicoli, ma anche numerose novità digitali. In questo senso, ruolo di assoluto protagonista, lo merita il nuovo Mercedes-Benz Arocs, esposto nello stand di Mercedes-Benz Trucks come un autentico concentrato d’innovazioni. Con il nuovo Re dei cantieri, infatti, la collaudata versatilità delle cabine, motori e sistemi di trazione integrale viene arricchita da una serie di novità che migliorano ulteriormente la sicurezza, il collegamento in rete e l’efficienza del veicolo. Grazie a novità come le MirrorCam, il Multimedia Cockpit e l’Active Brake Assist 5, nonché sistemi ulteriormente ottimizzati come il Predictive Powertrain Control e l’assistenza alla svolta, il nuovo Mercedes-Benz Arocs definisce innovativi standard nel settore del trasporto pesante per l’edilizia.


Test in condizioni reali presso Meichle + Mohr per il nuovo Mercedes-Benz Arocs


Per garantire l’affidabilità e la robustezza dei nuovi sistemi, il nuovo Mercedes-Benz Arocs è stato sottoposto ad alcuni test in condizioni reali da parte di alcuni Clienti fino a pochi giorni prima dell’inizio della fiera. Uno di questi test si è svolto presso l’azienda Meichle + Mohr di Radolfzell (Germania). L’azienda fornisce ai propri clienti ghiaia, pietrisco, cemento ed elementi prefabbricati in calcestruzzo provenienti da 18 stabilimenti dislocati nella regione del Lago di Costanza. I veicoli viaggiano spesso a pieno carico in un’area geografica dalla topografia molto impegnativa, lungo tragitti che prevedono spesso brevi tratti fuori dai centri abitati. Per questa ragione, Meichle + Mohr, ha dedicato particolare attenzione alle MirrorCam ed al Predictive Powertrain Control evoluto, che ora potrà essere utilizzato anche sulle strade extraurbane.


Il Predictive Powertrain Control su strade extraurbane: guida più riposata e parsimoniosa


I veicoli per l’edilizia vengono spesso utilizzati su strade extraurbane. In questi casi, i consumi del nuovo Mercedes-Benz Arocs si riducono in misura evidente grazie al Predictive Powertrain Control, che si avvale, in aggiunta al sistema di localizzazione satellitare, anche di mappe stradali digitali contenenti dati relativi a topografia, andamento delle curve, struttura geometrica di incroci e rotatorie nonché segnaletica stradale. Anche nei percorsi extraurbani, quindi, il nuovo Mercedes-Benz Arocs utilizza sempre la marcia corretta e la giusta velocità, per viaggiare nel modo più efficiente possibile riducendo i consumi.


Felix Amann, conducente di Meichle + Mohr, ha guidato il nuovo Mercedes-Benz Arocs con semirimorchio ribaltabile per diverse settimane lungo le strade extraurbane nella regione del Lago di Costanza: “Grazie al nuovo Predictive Powertrain Control, oggi posso guidare senza stress con il Tempomat anche sulle strade extraurbane. In presenza di curve, incroci e rotatorie, il sistema seleziona sempre la velocità giusta. Occorre solo prestare attenzione ai veicoli che hanno la precedenza. Avvicinandomi a limiti di velocità o a cartelli che indicano l’inizio di un centro abitato, posso semplicemente viaggiare senza accelerare, perché nel momento in cui raggiungerò il segnale, la velocità sarà sempre quella corretta.”


Roland Maier, Fleet Manager presso Meichle + Mohr, sottolinea i vantaggi economici del sistema di gestione intelligente del Tempomat e del cambio: “Nel traffico extraurbano, anche il conducente più esperto che conosce il percorso alla perfezione non riesce ad eguagliare i consumi fatti registrare dal nuovo Mercedes-Benz Arocs con Predictive Powertrain Control ulteriormente migliorato.”


Nuove MirrorCam: manovre più semplici e maggiori informazioni sia su strada che nei cantieri


Sul nuovo Mercedes-Benz Arocs, le nuove MirrorCam prendono il posto dei tradizionali specchi retrovisori principali e grandangolari. Grazie alla forma ottimizzata a fini aerodinamici, questo sistema contribuisce anche alla riduzione dei consumi rispetto al suo predecessore, offrendo al contempo grandi vantaggi in termini di maneggevolezza e sicurezza. Nel servizio di consegne di materiali per l’edilizia, che prevede numerosi punti di scarico, il lavoro del conducente viene notevolmente facilitato sia su strada che nei cantieri.


Le immagini fornite dalle telecamere montate ai lati del tetto, vengono visualizzate su due display disposti sui montanti anteriori all’interno del truck. L’eliminazione dei grandi specchi retrovisori migliora sensibilmente la visibilità a 360 gradi. Il conducente può avvalersi, inoltre, di una buona visuale di tre quarti anteriore all’altezza dei montanti anteriori. Non solo: con gli specchietti retrovisori convenzionali, può accadere che il conducente viaggi con gli specchi non regolati correttamente, creando così il cosiddetto ‘angolo cieco’ sul lato passeggero. In tal caso, è possibile che non vengano rilevati utenti della strada presenti in quest’area, come pedoni e ciclisti. Le MirrorCam risolvono questo problema, infatti la telecamera si regola automaticamente nella posizione ottimale prima della partenza, e il display mostra la stessa immagine completa da ogni prospettiva.


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto