web-tv

Sei qui: Home > Sezione ASSOCIAZIONI > > Ruote Libere: “Motorizzazioni, carrozzoni inefficienti. E sul trasporto merci pericolose si apre una voragine”

Dichiarazioni

Ruote Libere: “Motorizzazioni, carrozzoni inefficienti. E sul trasporto merci pericolose si apre una voragine”

Scritto da

A. Trapani

il 13 Ottobre 2020

“Il giro di corruzione scoperto alla Motorizzazione Civile di Ferrara, dove due dipendenti prendevano mazzette in cambio di false revisioni sui mezzi pesanti prevenienti da tutta Italia, è un fatto gravissimo ed è fondamentale che grazie alla attività della Polizia Stradale e della Finanza sia emerso. Questo episodio di cronaca deve però aiutare in generale ad accendere i riflettori sul ruolo delle Motorizzazioni Civili nel nostro Paese. Parliamo di enti cronicamente sottorganico, lasciati in un limbo totale e incapaci di svolgere i delicatissimi compiti assegnati loro: o si decide di rafforzare le dotazioni di questi carrozzoni, efficientandoli e adeguandoli alle esigenze attuali, oppure è meglio chiuderli e affidare ad altri le loro competenze”. A parlare è Cinzia Franchini, portavoce di Ruote Libere, raggruppamento di imprenditori dell’autotrasporto.

“I ritardi con cui vengono effettuate le pratiche auto, come testimoniano le quotidiane lamentele dei cittadini e degli imprenditori non sono degni di un Paese civile, purtroppo però questo non è il solo problema – continua Franchini -. Tra i compiti assegnati alle Motorizzazioni infatti vi sarebbe l’obbligo di effettuare controlli sul fronte del trasporto e della movimentazione delle merci pericolose. Le regole per il trasporto ADR  (la normativa che regolamenta i trasporti di merci pericolose su strada) sono particolarmente stringenti e il loro mancato rispetto comporta sanzioni importanti; il problema è che ad oggi le Motorizzazione non ci risulta abbiano effettuato controlli o verbalizzato multe. Questo buco nella totale mancanza di controlli (ricordiamo che la normativa ADR è in vigore da oltre 20 anni) compromette gravemente  la sicurezza dell’intera filiera logistico-trasportistica delle merci pericolose con conseguenze a volte drammatiche come le cronache hanno dimostrato. A questo punto credo sia fondamentale decidere una volta per tutte se superare il sistema delle Motorizzazioni o credere in esso. Di sicuro non è possibile continuare in questo modo”.

Condividi questo articolo

Citroën Gamma PRO: sa fare tutto, proprio come te

1,463
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto