web-tv

Sei qui: Home > Sezione ASSOCIAZIONI > > Le azioni risarcitorie per il sovraprezzo del veicolo

Le azioni risarcitorie per il sovraprezzo del veicolo

Scritto da

Luca Gaier

il 15 Aprile 2019

Di seguito, le informazioni sull’azione collettiva risarcitoria per il recupero del sovrapprezzo imposto dal Cartello dei produttori di autocarri e la novità sull’estensione del periodo di reclamo.

Il 19 luglio 2016 la Commissione Europea ha stabilito che alcuni Costruttori di veicoli non hanno agito seguendo le regole dell’antitrust, applicando di fatto tariffe sul costo dei camion non concorrenziali e quindi a discapito del consumatore finale. La Commissione ha pertanto comminato ai Costruttori coinvolti (MAN, Volvo/Renault, Daimler/Mercedes-Benz, Iveco, DAF e Scania) una ammenda di 2,9 miliardi di euro.


In che cosa consiste la violazione della normativa antitrust?

In sostanza ciò che è stato contestato alle aziende è un coordinamento dei prezzi dei “listini all’ingrosso” degli autocarri medi e pesanti sul territorio europeo e un Coordinamento della tempistica e trasferimento ai clienti dei costi di introduzione delle tecnologie di riduzione delle emissioni (le norme da Euro III fino a Euro VI).

Gli economisti hanno constatato che i prezzi sono stati sovrastimati dai partecipanti al cartello tra il 5-20% e il danno comprende sia la perdita subita dall’acquirente (il danno emergente) sia il mancato guadagno (il lucro cessante) con gli interessi (i quali decorrono dal momento in cui si è formato il danno e non dalla data della domanda giudiziale).


Il risarcimento

Tutti coloro che hanno acquistato (o avuto in leasing) uno o più autocarri nel periodo 0 1.04.2004 – 31.12.2016, possono aderire alla azione collettiva risarcitoria promossa dal Financialright claims che offre una serie di vantaggi:


● Nessuna spesa a carico del richiedente.

● Esperti in materia di concorrenza: collaboriamo per il terzo anno consecutivo con il rinomato studio legale americano Hausfeld , riconosciuto a livello internazionale per la tutela giudiziaria dei diritti e il risarcimento dei danni, in particolare in materia di antitrust.

● Tecnologia informatica intelligente: ci avvaliamo di esperti informatici per la gestione efficiente dei dati.

● Esperienza: oltre 7500 aziende per un ammontare superiore a 150000 autocarri hanno fatto valere i propri diritti con noi.


La novità

Per chi conosce già l’iniziativa, quali sono le novità? È stato esteso il periodo di acquisto degli autocarri, per i quali è possibile chiedere risarcimento, dal 0 1.04.2004 fino al 31.12.2016, in quanto secondo gli avvocati e gli economisti con cui Financialright claims collabora, gli effetti del cartello sono evidenti anche nel periodo successivo alla condanna della Commissione Europea, ovvero tra il 2012 e il 2016, poiché i prezzi degli autocarri non hanno subito significative modifiche al ribasso.


 


Per ulteriori informazioni e per aderire all’azione collettiva risarcitoria: visitare il sito web compilando il formulario, non vincolante ai fini della causa: https://truck-damages.com/stf/it

Inoltre è possibile contattarci telefonicamente, per chiarire eventuali dubbi in materia e per assistenza nella registrazione, al numero +39 351 514 5239 oppure +48 501 963 022 .


Condividi questo articolo

1,463
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto