I GIORNI DEL RE

DICCILATUA con Giti Tire

Petronas porta il Team DeRooy a Misano

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Autotrasporto > Thomas Baumgartner (FERCAM) è il nuovo presidente di ANITA

Autotrasporto

Thomas Baumgartner (FERCAM) è il nuovo presidente di ANITA

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 19 giugno 2014

Passaggio di testimone alla presidenza di ANITA, l’associazione di autotrasporto aderente a Confindustria, che in occasione dell’assemblea generale ha eletto come nuovo presidente per il prossimo triennio (2014-2017) Thomas Baumgartner, amministratore delegato FERCAM, che prende il posto di Eleuterio Arcese e sarà affiancato dai vicepresidenti Sergio Bertani, Mario Beschi, Natale Mariella e Vincenzo Motta.
“Un autotrasporto professionale e qualificato, stradale e intermodale è fondamentale per valorizzare al massimo la naturale propensione dell’ Italia ad esportare i propri prodotti e può essere realmente il volano della ripresa economica”, ha affermato Baumgartner.
 Thomas Baumgartner è attivo nel consiglio nazionale di ANITA da molti anni;  entrato nell’azienda familiare FERCAM nel 1982 come direttore amministrativo, ne è alla guida dal 2003.
Dal  1990 è membro del consiglio di amministrazione della HUPAC , società svizzera di combinato e tra il  2006 e il  2008 è stato presidente della Società di gestione dell’Aeroporto di BOLZANO (ABD) dove tutt’ora è attivo nel consiglio di amministrazione.

“Mettere il settore del trasporto merci e della logistica al centro delle scelte di politica economica, in Italia e in Europa” questo l’obiettivo della nuova presidenza, intorno al quale Thomas Baumgartner ha incentrato il discorso di insediamento nella parte pubblica dell’Assemblea, aperta a personalità del mondo politico ed economico.
“ANITA intende espandere le ambizioni delle imprese che rappresenta, per questo dobbiamo impegnarci sempre di più per far sì che l’Italia diventi piattaforma logistica per l’Europa – prosegue il nuovo Presidente ANITA – ed è solo attraverso una completa revisione dei fattori che frenano lo sviluppo e la crescita del sistema dei trasporti italiano che ciò sarà possibile”.
“Vanno sostenute politiche che favoriscano la crescita professionale e dimensionale delle imprese”, puntualizza Baumgartner, auspicando una futura alleanza tra le Associazioni dell’autotrasporto che condividono gli stessi obiettivi, per mettere il settore del trasporto e della logistica nelle condizioni di esprimere tutto il proprio potenziale.
Thomas Baumgartner esorta anche ad aprire un nuovo capitolo nei rapporti commerciali tra gli operatori, superando il sistema dei costi minimi poiché “nessun imprenditore che possa definirsi tale, può accettare che sia un terzo a fissare i costi e, di conseguenza, i prezzi dei servizi, ma garantendo forme di tutela anche per i padroncini che rappresentano una preziosa risorsa per tutto il settore”.
Tra le priorità del nuovo Presidente di ANITA, quella di combattere l’illegalità e assicurare la regolarità del mercato attraverso l’Albo degli autotrasportatori, l’iscrizione al quale deve diventare sinonimo di azienda professionalmente valida e finanziariamente solida.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Per l'unica impresa che conta. La tua.

1,385
prezzo medio gasolio

Workshop sul catena del freddo