Mercedes Arocs CARICO IN CAVA - VR 360°

I test drive Peugeot al Transpotec

Fiat Professional Fullback 360° FULLSAFETY

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Autotrasporto > Revisione della CQC: il ministero dei Trasporti fa chiarezza

Autotrasporto

Revisione della CQC: il ministero dei Trasporti fa chiarezza

Scritto da

Federica Lugaresi

il 26 agosto 2016

Il ministero chiarisce attraverso la circolare 16729 del 22 luglio 2016 alcuni importanti aspetti della revisione relativa alla Carta di Qualificazione del Conducente.

La carta di qualificazione del conducente (CQC) è un documento abilitativo che si aggiunge alla patente di guida. E’ necessaria per tutti i conducenti che effettuano trasporto professionale di persone e cose su veicoli per la cui guida è richiesta la patente delle categorie C CE, D DE.

La circolare chiarisce le procedure di revisione della CQC stabilite dal Decreto del 15 febbraio 2016. Innanzitutto come accedere all’esame. Il candidato deve presentare una domanda scritta su uno specifico modello (allegato alla circolare stessa) con la ricevuta di pagamento di 16,20 euro e con la copia del provvedimento che impone la revisione della patente. La domanda scade entro un anno e in questo periodo il candidato può svolgere una sola prova.
La circolare precisa che la revisione della CQC avviene quando il titolare ha subito la perdita totale del punteggio, oppure che “successivamente alla notifica della prima violazione che comporti una perdita di almeno cinque punti, commetta altre due violazioni non contestuali, nell’arco di dodici mesi dalla prima violazione, che comportino ciascuna la detrazione di almeno cinque punti”.
Nel caso di perdita totale dei punti della CQC, il titolare deve sottoporsi a un esame di revisione sulla base dell’intero programma e secondo le modalità previste per il conseguimento della CQC stessa. “In particolare, il programma riguarda la CQC relativa al veicolo con cui ha commesso l’infrazione che ha determinato la maggiore perdita di punteggio. Se ha avuto la medesima decurtazione alla guida di veicoli di categoria diversa, deve conseguire l’esame relativo alla categoria con sui ha commesso l’ultima infrazione. In caso di esito negativo dell’esame, sono revocate tutte le qualificazioni CQC di cui il candidato è titolare”.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
1,385
prezzo medio gasolio

Ancora più PerFormante