Mercedes Arocs CARICO IN CAVA - VR 360°

I test drive Peugeot al Transpotec

Fiat Professional Fullback 360° FULLSAFETY

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Autotrasporto > In vigore il salario minimo in Francia per autisti esteri

Autotrasporto

In vigore il salario minimo in Francia per autisti esteri

Scritto da

Federica Lugaresi

il 1 agosto 2016

DKV aiuta i propri clienti ad adempiere alle nuove procedure della Legge Macron sul salario minimo

La legge Macron (dal nome del ministro francese dell’Economia Emmanuel Macron), approvata dall’Assemblea Nazionale lo scorso 10 luglio 2015, prevede nuove misure per favorire la crescita economica.

Il ministero dei Trasporti della Francia ha informato che – terminate le tre settimane di tempo concesse alle imprese di autotrasporto straniere per adeguarsi alle nuove norme sul salario minimo degli autisti (1° di luglio 2016 la data di entrata in vigore della legge Macron), in cui le Autorità di controllo hanno lasciato alle aziende il tempo per adeguarsi alle nuove procedure – esigerà  il certificato di distacco. Questo documento verrà richiesto agli autisti stranieri che iniziano o terminano (carico o scarico) i loro trasporti in Francia. E’ un attestato comprovante che, durante la loro permanenza professionale in Francia, per le ore lavorate percepiscono un salario equivalente o superiore al salario minimo francese. Inoltre, le aziende di autotrasporto che fanno viaggiare i propri mezzi in territorio francese devono nominare un rappresentante designato in Francia.

Sono interessati a queste nuove procedure: gli esecutori di trasporti internazionali con origine / destinazione Francia; gli esecutori di operazioni di cabotaggio sul territorio francese; operatori nell’ambito della mobilità infragruppo, con la messa a disposizione di personale tra imprese dello stesso gruppo o stabilimenti di una stessa società; infine, nell’ambito della somministrazione di lavoro, le agenzie estere che mettono a disposizione lavoratori per imprese utilizzatrici in Francia. Il provvedimento non riguarda, invece, le aziende che effettuano un semplice transito attraverso il paese francofono.

DKV Euro Service offre questo servizio ed assiste i propri Clienti aiutandoli ad adempiere agli obblighi di legge richiesti mediante l’azienda Partner Remobis (con sede in Olanda), fornendo loro un rappresentante designato in Francia e seguendo, passo per passo, la compilazione della modulistica necessaria. Per ogni autista registrato viene conteggiata una tariffa di soli 10,00€ all’ anno.

“L’attestato di distacco, per il trasporto di cabotaggio in Francia, deve essere compilato con estrema cura da parte di ogni autista che attraversa il confine da e per il paese d’Oltralpe. L’autista deve avere con sé a bordo del veicolo una copia cartacea dell’attestato di distacco, una copia del contratto di lavoro e prova del percepimento del salario minimo. Ulteriori copie (cartacee o digitali) devono essere depositate insieme al nome del rappresentante designato in Francia e dell’azienda per la quale lavora l’autista”.

In relazione alle sanzioni legate all’attestazione di distacco, la mancanza a bordo o la presenza sul veicolo di un’attestazione non conforme determina un’ammenda della 4 classe pari ad un valore fino ad un massimo di 750,00€; mentre per l’impresa distaccante che non abbia adempiuto all’attestazione di distacco e/o alla nomina del rappresentante in Francia, sono previste sanzioni amministrative elevatissime con l’adozione di multe fino ad un massimo 2.000,00€ per singolo lavoratore distaccato.

I Clienti DKV possono ottenere ulteriori informazioni direttamente dal proprio contatto DKV di riferimento chiamando lo 02-74201511.  

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri le offerte dei Veicoli Commerciali Citroën

1,385
prezzo medio gasolio

Ancora più PerFormante