Mercedes Arocs CARICO IN CAVA - VR 360°

I test drive Peugeot al Transpotec

Fiat Professional Fullback 360° FULLSAFETY

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Autotrasporto > Il biometano anche dalle alghe

Autotrasporto

Il biometano anche dalle alghe

Scritto da

Federica Lugaresi

il 10 agosto 2016

Importante risultato ottenuto da un progetto di ricerca spagnolo: il biometano – biocarburante che permette una riduzione di emissioni intermini di CO2 pari al 90% –  si può produrre anche dalle alghe

Oggi il biometano può essere ottenuto anche dalle alghe: è questo l’importante risultato ottenuto nell’ambito di un progetto di ricerca spagnolo denominato “All-gas biogas project”, progetto realizzato dalla società Aqualia nei suoi stabilimenti situati nel Sud della Spagna. Grazie ad un innovativo procedimento, il biometano è ottenuto dalla lavorazione delle alghe coltivate in stabilimenti che trattano le acque reflue. Questa notizia è resa nota nel nostro Paese dall’Osservatorio Federmetano, centro di ricerca sul metano per autotrazione.

Il progetto di ricerca spagnolo non si è fermato alla produzione di biometano, ma ha anche già utilizzato il biometano prodotto dalle alghe per alimentare un’auto, nella fattispecie una Volkswagen Up! ecofuel. L’intero progetto di ricerca è stato presentato in occasione di una visita allo stabilimento di produzione da parte dei delegati del World Water Congress, visita in occasione della quale è stata anche svelata al pubblico la Volkswagen Up! alimentata con il biometano prodotto dalle alghe. In occasione della presentazione ufficiale, Frank Rogalla, direttore tecnologia e innovazione di Aqualia, ha dichiarato: “Per la prima volta un’auto sarà alimentata con biometano prodotto dalle alghe. Questo è il culmine di un processo di ricerca durato cinque anni di cui siamo molto orgogliosi”.

“Il biometano può fare molto per la riduzione dell’impatto ambientale della mobilità su strada”, sottolinea Dante Natali, a capo dell’Osservatorio Federmetano. “L’Italia ha grandi potenzialità per la produzione di questo carburante, potenzialità che potrebbero essere sfruttate meglio per ottenere due importanti risultati: da un lato che la diffusione di questo carburante ecologico sia sempre più veloce e dall’altro lato che l’indotto economico generato dalla produzione di biometano possa crescere portando un contributo concreto sempre maggiore al rilancio dell’economia italiana”.

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri le offerte dei Veicoli Commerciali Citroën

1,385
prezzo medio gasolio

Ancora più PerFormante