I GIORNI DEL RE

DICCILATUA con Giti Tire

Petronas porta il Team DeRooy a Misano

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > DKV: servizi a 360° per la mobilità su strada

DKV: servizi a 360° per la mobilità su strada

Scritto da

Federica Lugaresi

il 17 novembre 2016

Galleria Fotografica

DKV Euro Service si è raccontata oggi al Press Day di Milano: tanti i servizi offerti ma il core business “è servire la nostra clientela”.Occhi puntati su DKV BOX per l’Italia

Si è svolto poche ore fa il press day di DKV, azienda leader del mercato europeo per l’approvvigionamento in viaggio senza contanti, rivolto agli autisti siadi mezzi pesanti che offre soluzioni smart per fare rifornimento a prezzi vantaggiosi. Location dell’evento Eataly di Milano, alla presenza dei rappresentanti delle principali testate giornalistiche di settore.

“You drive, We care” questo il motto e la filosofia dell’azienda che, come dichiarato da Marco Berardelli – Country Manager DKV Euro Service Italia- ha il proprio core business nel servizio eccellente e assistenza personalizzata ai propri clienti, “con l’obiettivo di soddisfare ancora al meglio in futuro i bisogni degli stessi“e a costi interessanti.

Il pacchetto completo previsto, fa da collettore per servizi prima, durante e dopo il viaggio (DKV MAPS, APP, dati di navigazione, ottimizzazione in tempo reale dei costi del rifornimento via WEB, rifornimento, assistenza e soccorso stradale, ma anche eReporting, recupero dell’Iva tradizionale e anticipata, fatturazione elettronica, sono solo alcuni dei servizi offerti per una guida senza preoccupazioni). Servizi, per altro, sempre più online grazie ai fortissimi investimenti che l’azienda farà per i prossimi tre anni.

Con un’unica ma multibrand Card, i Clienti, potranno beneficiare di molte possibilità di rifornimento ( solo in Italia più di 6.300 stazioni di rifornimento), scegliendo la migliore stazione, più vicina come percorrenza e col prezzo più basso ( indipendentemente dallo sconto erogato dalla Card): DKV riesce quindi ad ottimizzare ulteriormente il servizio offrendo il prezzo finale più basso. Tutto ciò coadiuvato da un accordo in corso col Ministero dell’Economia per ottenere in tempo reale i prezzi delle stazioni di rifornimento. Cosa non da poco!

In più con un’occhio sempre attento alla sostenibilità: grazie alla DKV CARD CLIMATE, con cui è possibile azzerare la emissioni di CO2 bilanciandole con progetti alternativi,”alimentati” da un contributo corrisposto per ogni litro di carburante.

DKV è anche leader di mercato per la parte pedaggio, “che da sola, fa il 50% del fatturato di tutta l’azienda” continua Berardelli. In 28 paesi europei, Russia compresa, la Card e il DKV BOX SELECT ne permettono e agevolano il pagamento.

Molto interessante il quadro che il manager dipinge per il futuro. “Per soddisfare ancora meglio le esigenze dei Clienti, il nostro obiettivo è di impegnarci a giocare un ruolo sempre maggiore nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi. DKV è infatti tra coloro che hanno voluto l’EETS, il sistema unico di pagamento pedaggi in tutta Europa, e sta portando avanti l’interoperabilità oltre i confini nazionali con un propio box per per il pagamento dei pedaggi in sempre più paesi”. E ciò avverrà, se le previsioni sono corrette, nei primi mesi del 2018, applicando prima ai paesi che rappresentano la fascia del centro Europa, e successivamente anche in Italia.

Presentata la novità assoluta di DKV BOX ITALIA che come indica il nome sarà solo per utilizzo nazionale, e il cui funzionamento si prevede a fine 2017 ( primi test con dispositivo sui camion a giugno/luglio 2017). Si tratta di uno strumento di pagamento al posto di Telepass e Viacard che avrà tra gli svariati vantaggi, per es.,una unica fattura per tutti i pedaggi DKV trasparente, dettagliata e pratica; una politica del prezzo attraente per via di un unico strumento di pagamento; possibilità di creare analisi personalizzate, gestendo informazioni in tempo reale e ricevimento del rimborso massimo dal governo.

Attualmente l’azienda è in fase di finalizzazione dei contratti con AISCAT (27 concessionarie autostradali e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti); sarà certificatrice diretta in Italia, al pari di Telepass e quindi, rompendo il “monopolio”, DKV prenderà una fetta del mercato attuale (600.000 Telepass per i mezzi pesanti e 1.500.000 per i veicoli leggeri) e, ovviamente, innescherà tutta una serie di dinamiche di mercato che porteranno a costi minori.

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
1,385
prezzo medio gasolio

Workshop sulla catena del freddo